Compagnia Teatrale Il Melograno

Associazione no-profit

Get Adobe Flash player

 

1995

Commedia in 3 atti in lingua siciliana

5 uomini e 5 donne
SCENA UNICA

 


 

 

 

 

Orazio Mangiafico, disoccupato e senza alcuna voglia di trovarselo un lavoro, per sbarcare il lunario, tiene in casa il vecchio padre finto invalido, l'anziana e arteriosclerotica zia Evelina, un'altra vecchia zia, Camilla, nubile e timorata di Dio, che convogliano un famiglia le proprie pensioni. Ad accudirli però è la moglie Agata, che stanca della situazione e sempre in combutta col marito.
A complicare la situazione, un figlio sciocco e una portinaia impicciona, che denunzia all'ufficio di solidarietà sociale del Comune, una situazione familiare alquanto strana.
Questi giungeranno in casa per una verifica proprio nel momento più ingarbugliato della giornata e cioè quando: Arriva in casa inaspettatamente, un quarto parente anziano dall'America, Orazio è costretto a camuffarsi da infermiera per poter mettere una supposta al padre, affetto di dissenteria, da prete per confortare zia Camilla, da dottore per far prendere delle pillole alla zia Evelina, il tutto dopo che il padre e zia Camilla erano di ritorno dalla classica fitina. Un insalata di risate condite da un finale inaspettato, la morte del vecchio padre, stroncato da un infarto per l'emozione di aver ritrovato il primo grande amore della sua vita, Anna, altri non è che la zia Camilla.