Compagnia Teatrale Il Melograno

Associazione no-profit

Get Adobe Flash player

 

1997

Commedia inedita in 3 atti in lingua siciliana e versione in italiano

6 uomini e 4 donne
2 SCENE

 

 

 

 

 

 

Epoca attuale.

Biagio, il protagonista della storia, costruttore e assessore comunale corrotto e privo di sentimenti, inspiegabilmente si ritrova nella sala d'attesa del Paradiso, dopo che era uscito di casa per avviarsi al circolo ricreativo com'era solito fare ogni venerdi, per la consueta partita a carte fra amici. Ritrova qui i suoi compagni abituali che gli illustrano la situazione. Non convinto in un primo momento di dove sia, farà di tutto per scoprire l'inganno, credendo trattasi di uno scherzo.
Resosi conto della verità, si arrende all'evidenza dei fatti e cerca di capirne gli ingranaggi.
Vittime della sua esuberanza, sono un Angelo e il povero San Pietro che non riusciranno a farlo filare secondo le regole del Paradiso.
Dopo aver visto la fine che fanno quelli come lui, giunge il momento del confronto con Dio e quindi la sua destinazione.
Qui si risveglia al terzo atto della commedia, da una perdita di coscienza causata da un incidente avuto lungo il tragitto.
Torna a casa felice si sia trattato solo di un sogno, ma resta in lui una confusione tale da non riuscire più a distinguere la realtà dal sogno.
La sua anima è turbata, quell'esperienza onirica gli ha fatto riscoprire dei valori che non credeva nemmeno esistessero, tanto è vero che dovrà riuscire a riportare le cose al posto giusto prima che si avveri ciò che gli è stato prospettato lassù. Ma sarà stato solo un sogno?