Compagnia Teatrale Il Melograno

Associazione no-profit

Get Adobe Flash player

 

2003

Commedia in 3 atti

3 uomini e 3 donne
SCENA UNICA

 

 


 

 

 

 

Tre amiche, nonché socie in affari, decidono di vivere insieme, per sostenersi e aiutarsi a vicenda a scrollarsi di dosso le infelicità delle loro passate relazioni.
Simona la più anziana, reduce dal fallimento di un matrimonio durato venticinque anni, Patrizia, delusa da 4 precedenti matrimoni ed Eleonora, la più giovane, con un passato caotico di relazioni, da un anno ormai vivono una vita serena e paradisiaca, nonostante gli interventi della jettatura di una statua che hanno in negozio e che in tutti modi tentano di sbarazzarsene.
Ad interrompere questa pace, il vicino di casa Romeo, che la notte di capodanno, mentre le tre amiche si apprestano a festeggiare anche il loro 1°anniversario di vita in comune, irrompe in casa loro, per usufruire del loro apparecchio telefonico per rintracciare la moglie, andata via di casa con un altro uomo.
Romeo, affranto, distrutto moralmente e fisicamente, con le sue manie suicide, preoccupa e commuove le ragazze, che nonostante il loro giuramento di non permettere mai più ad uomo di entrare nelle loro vite, lo prendono in casa e lo accudiscono in attesa del tanto agognato ritorno della moglie.
Questi, dopo due mesi di convivenza, ormai ripresosi, approfitta della situazione e sfruttando il lato debole di ognuna, vive la vita del pascià, infastidendo non poco le tre donne che con diversi espedienti, tentano di sbarazzarsene.
Ma a metterci lo zampino, come sempre è la fatalità o il destino come vogliamo chiamarlo che fa in modo che le tre ragazze si affezionino a Romeo e questi di loro, di una in particolare, di
Patrizia, che senza accorgersene se ne è innamorata.
Le amiche, senza volerlo iniziano a litigare per Romeo e resesi conto della situazione cercano inutilmente di correre ai ripari. Ma ormai è troppo tardi. Sono in balia dell'uomo, che riesce a sottomettere il loro orgoglio e far loro accettare la realtà che la donna non può vivere senza l'uomo e viceversa. Patrizia, ormai messa alle strette, è costretta malvolentieri ad accettare il fatto di essersene innamorata e che l'amore è una crudele beffa del destino.